EurActive.it

Home > News > Alitalia: Delrio e Calenda, gravissimi errori di Etihad

di Mf-DowJones News

Facebook Twitter Linkedin
Alitalia: Delrio e Calenda, gravissimi errori di Etihad

03/05/2017 17:40

All'indomani del commissariamento di Alitalia, i ministri Calenda e Delrio, giá in passato critici verso la gestione da parte degli uomini di Etihad, tornano ad accusare le scelte che hanno portato la compagnia verso l'amministrazione straordinaria

Nel frattempo, con l'insediamento dei tre commissari, ha preso il via il percorso che negli auspici del Governo dovrebbe portare verso Alitalia nuovi investitori: la prossima tappa è tra 15 giorni, quando verranno richieste le manifestazioni di interesse. Sempre a metá maggio Matteo Renzi, forte della vittoria alle primarie del Pd, presenterá il suo piano per il salvataggio della compagnia sulla falsariga del modello Meridiana.

"Non vi è dubbio che gestire la compagnia da Abu Dhabi sia stato un gravissimo errore", ha detto il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che anche nei giorni scorsi ha criticato Cramer Ball e James Hogan per aver "sbagliato modello di business" e per il loro "approccio arrogante che non ha giovato sull'esito del referendum". Inoltre, rispondendo a un'interrogazione su possibili azioni di responsabilitá nei confronti dell'attuale management, Calenda ha detto che "i commissari adotteranno ogni iniziativa eventualmente necessaria anche per quanto riguarda il tema specifico della responsabilitá degli organi sociali".

Anche il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha parlato delle scelte di Etihad, che ha mantenuto "un orizzonte molto sbagliato, molto italiano pensando così di difendersi dalle low cost. Giá da un anno a questa parte ci sembrava che le polemiche sulle low cost o la mancanza di alcuni piani per il turismo specifici fossero semplicemente delle scusanti per non vedere quello che stava succedendo".

L'obiettivo del Governo resta sempre quello di evitare lo spezzatino e consegnare la compagnia, come ha ribadito oggi Delrio, il piú possibile intatta, "senza vendere gli aerei, poi le rotte e così via". Secondo alcune indiscrezioni Renzi avrebbe giá sondato Qatar Airways: il closing per l'operazione Meridiana, che prevede l'ingresso degli emiratini con una quota del 49%, è atteso a breve.

Tra le compagnie europee si spera ancora in Lufthansa, che a febbraio ha siglato un ampio accordo commerciale con Etihad. Nei giorni scorsi il Cfo Ulrik Svensson ha negato un possibile interesse per Alitalia, ma secondo Delrio "è difficile da dirsi" se il rifiuto dei tedeschi sia definitivo o solo temporaneo.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2020 Partita IVA 08931350154