EurActive.it

di EurActiv

Facebook Twitter Linkedin
Direttiva Ue sulle energie rinnovabili, escluso il settore dei trasporti

04/05/2016 10:53

La Commissione europea presenterà una revisione della direttiva sulle energie rinnovabili alla fine del 2016, con l'obiettivo di potenziare ulteriormente l'energia verde in tutta l'Unione europea. Secondo Marie C. Donnelly, direttore per l’energia rinnovabile presso la Commissione europea, non sarà previsto, come nell'attuale direttiva, che in ogni Stato membro dell'UE "almeno il 10%" dell'energia usata nel settore dei trasporti provenga da fonti rinnovabili, compresi biocarburanti.

"Quello che non va nel testo è l’obiettivo per il settore dei trasporti", ha detto Donnelly a un seminario organizzato presso il Parlamento europeo il 3 maggio, confermando la decisione dai leader europei di ottobre 2014 di avere un solo obiettivo per le energie rinnovabili in tutti gli Stati 28 UE senza "obiettivi diversi stabiliti a livello nazionale".

L’uso dei biocarburanti di prima generazione, derivati ??da colture alimentari, è stato al centro di un'accesa controversia per quanto riguarda i loro effetti sull'ambiente, con gli scienziati che li accusano di contribuire alla deforestazione e alla scarsità di cibo.

Un recente studio della Commissione ha constatato che l’impatto del cambiamento della destinazione d’uso dei terreni per la coltivazione di biocarburanti risulta più grande di quanto si pensasse. Gli ambientalisti sono arrivati ad affermare che i biocarburanti  sono più inquinanti dei combustibili fossili, un’affermazione fortemente smentita da parte dell'industria.

Sperando di porre fine alla polemica, i legislatori UE hanno approvato una direttiva che limita al 7% l'uso dei biocarburanti, pur consentendo agli Stati membri di fissare limiti nazionali inferiori. La legge stabilisce inoltre un obiettivo indicativo dello 0,5% per i cosiddetti biocarburanti di seconda generazione.

Gli ambientalisti sono ora preoccupati che la Commissione europea continuerà a spingere sui biocarburanti attraverso l’obbligo di incorporazione di etanolo da miscelare in carburanti per autotrazione e aviazione.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2020 Partita IVA 08931350154