EurActive.it

Home > News > Fs: gruppo pronto per apertura mercato ferroviario Ue

di Elisabetta Rovis - Mf Dow Jones

Facebook Twitter Linkedin
Fs: gruppo pronto per apertura mercato ferroviario Ue

13/04/2017 12:23

L'espansione dei servizi consentirà di ampliare il business in Germania, Francia, Spagna e Olanda. Nel 2020 completato il processo di liberalizzazione dell'alta velocitá in tutta Europa.

Il quarto pacchetto ferroviario è stato il tema del convegno organizzato a Roma dal gruppo Fs Italiane, cui hanno partecipato l'a.d. Renato Mazzoncini, il vice presidente del Parlamento europeo David Sassoli e il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. Secondo le Fs il quarto pacchetto ferroviario è un'importante decisione legislativa comunitaria per lo sviluppo dello spazio ferroviario europeo unico. L'espansione dei servizi ferroviari in Europa consentirá alle Ferrovie italiane, in coerenza con la strategia di espansione internazionale prevista dal piano 2017-2026, di ampliare il proprio business in Germania, Francia, Spagna e Olanda. Un nuovo tassello per la liberalizzazione del mercato ferroviario europeo sará fissato il 24 dicembre 2017, con l'entrata in vigore del regolamento Ue 2016/2338. Da dicembre le autoritá competenti di ogni Stato membro della Ue dovranno stabilire per il trasporto, sia su ferro che su strada, le specifiche degli obblighi di servizio pubblico e l'ambito di applicazione, potendo anche raggruppare i servizi remunerativi con quelli non remunerativi. Dal 14 dicembre 2020 sará invece aperto il mercato dei servizi ferroviari commerciali per il trasporto passeggeri in tutti gli Stati membri dell'Unione europea: un'apertura che segnerá il completo processo di liberalizzazione dell'alta velocitá in tutta Europa.

Allo stato attuale, sottolineano le Fs, la liberalizzazione dei servizi ferroviari presenta ancora rilevanti criticitá per la mancata approvazione del principio di reciprocitá fra gli operatori ferroviari: per il pilastro "di mercato" del quarto pacchetto ferroviario i legislatori europei hanno infatti fatto decadere l'emendamento per una maggiore reciprocitá. Dunque la liberalizzazione procede ancora a rilento, a differenza di quanto avvenuto per l'aviazione e altri servizi, aggiungono le Ferrovie.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2020 Partita IVA 08931350154