EurActive.it

Home > News > Merkel in Russia, prove di dialogo con Putin

di EURACTIV.com e AFP | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Merkel in Russia, prove di dialogo con Putin

02/05/2017 09:48

Il cancelliere tedesco incontrerà oggi il presidente russo a Sochi, nei pressi del Mar Nero. Per Merkel è la prima visita in Russia dal 2015, il che potrebbe favorire un rinnovato dialogo tra Berlino e Mosca

Gli ultimi anni hanno visto affievolirsi il legame tra la Russia e l'Unione europea.

Merkel ha sostenuto fortemente le sanzioni Ue nei confronti di Mosca, responsabile dell'intervento in Crimea nel 2014 e di aver sostenuto l'insurrezione separatista pro-russa nell'est dell'Ucraina.

Dall'altro lato il Cremlino ha risposto introducendo l'embargo sui prodotti agricoli dell'Occidente.

La scorsa settimana, durante la sua prima visita ufficiale in Russia, il capo degli Affari esteri dell'Unione Federica Mogherini ha insistito sul fatto che la cooperazione tra le due parti non sia "congelata", ma ha riconosciuto che i rapporti sono stati ostacolati da profondi disaccordi, specialmente sull'Ucraina e la Siria.

La visita della Merkel in Russia, la prima dal 2015, arriva dopo che Putin ha invitato a "normalizzare" i rapporti tra i Paesi, e dopo che lo stesso presidente russo ha incontrato nel mese di marzo il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel.

Berlino e Mosca hanno fatto sapere che i colloqui fissati per oggi si concentreranno sui preparativi per il vertice del G20 di luglio in Germania, e sulla discussione delle situazioni in Ucraina e Siria.

Contesto difficile

Merkel è stata la principale mediatrice con Putin per la crisi in Ucraina, ed è sempre stata favorevole a mantenere in vigore le sanzioni verso Mosca finché non verrà raggiunto un piano di pace concreto.

Berlino ed il Cremlino hanno anche partecipato ad una serie di riunioni "a quattro vie", di cui l'ultima lo scorso ottobre, con il presidente ucraino Petro Poroshenko, ed leader francese Francois Hollande, al fine di trovare soluzioni attuabili.

"Ci sono due temi che pesano sule relazioni: l'annessione della Crimea contraria al diritto internazionale e la destabilizzazione dell'Ucraina orientale da parte dei separatisti pro-russi", ha dichiarato ai giornalisti il portavoce tedesco, Steffen Seibert, prima dell'incontro tra i due leader.

Kiev e l'Occidente accusano Mosca di dare sostegno militare ai ribelli nell'Ucraina orientale, mentre la Russia smentisce categoricamente.

Seibert ha definito gli ultimi avvenimenti come "un contesto difficile che non si può ignorare", ma ha anche aggiunto che "l'intenzione è cercare di integrare la Russia in accordi costruttivi".

Scongelamento diplomatico

Il G20 è ora l'unico vertice in cui la Russia potrà incontrare le altre maggiori potenze internazionali dopo esser stata esclusa dal G8 (ora G7).

Durante il G20 di Amburgo, probabilmente Putin incontrerà per la prima volta il presidente americano, Donald Trump, con cui i rapporti sono stati compromessi a causa delle tensioni in Siria.

La visita di Merkel a Mosca sarà anche un'opportunità "per discutere l'attuale stato e le prospettive delle relazioni bilaterali tra i Paesi", ha dichiarato il Cremlino in un comunicato.

In vista dell'incontro, l'emittente tedesca "Deutsche Welle" ha commentato che "l'epoca diplomatica del ghiaccio potrebbe essere prossima alla fine" visto il "forte segnale diplomatico" e la volontà delle parti di impegnarsi a dialogare.

Gli ultimi tempi sono stati fitti di incontri interlocutori per Putin. Il mese scorso sono stati in Russia sia il segretario degli Stati Uniti, Rex Tillerson, sia Federica Mogherini; mentre domani, il leader del Cremlino incontrerà il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2020 Partita IVA 08931350154